Chirurgia laser CO2

Il Laser CO2 è il sistema laser più versatile e utilizzato in dermatologia

CAMPI DI APPLICAZIONE:

  • cheratosi seborroiche
  • cheratosi attiniche
  • adenomi sebacei
  • condilomi acuminati
  • verruche volgari
  • verruche filiformi
  • fibropapillomi penduli
  • grani di milio
  • neuro fibromi
  • nevi epidermici e sebacei
  • siringomi
  • xantelasmi

COME FUNZIONA:

  • Il laser CO2 emette una radiazione nell'ambito dell'infrarosso, invisibile agli occhi, di 10.600 nm, che viene assorbita dall'acqua intracellulare ed extracellulare e quindi dai tessuti.
  • L'energia assorbita viene trasformata in calore che porta ad ebollizione l'acqua con passaggio dallo stato liquido a quello gassoso. Si ha così l'esplosione delle cellule per la produzione di vapore al loro interno.
  • Dei detriti cellulari, una parte viene carbonizzata e resta in loco (carbone cellulare), l’altra raggiunge temperature altissime (oltre i 100°C) passando allo stato gassoso con conseguente formazioni di fumi. Tale processo avviene rapidamente creando un minimo danno termico per diffusione ai tessuti sani adiacenti e una decontaminazione dell’area operatoria che riduce enormemente il rischio infettivo.
  • Può essere utilizzato con effetti di taglio, vaporizzazione, coagulazione e di biostimolazione.
  • La luce laser CO2 può essere emessa in modo continuo, pulsato, super-pulsato ed ultra pulsato.
  • Le ultime due modalità di emissione garantiscono impulsi di energia maggiore in minor tempo, così da migliorare ulteriormente la compliance del trattamento.

MEDIA

MEDICI

Dott. Stefano
Gardini
Vedi Scheda