Pap Test - HPV Test - Tampone Vaginale - Tampone Cervicale - Vabra

Pap Test

Il test di Papanicolau, detto PAP TEST è un esame citologico che indaga le alterazioni delle cellule della cervice uterina. Il Pap Test è un test di screening che si effettua dall'età di 25 anni fino ai 64 anni (è indicato effettuarlo anche prima se si è intrapresa attività sessuale precocemente). La sua funzione principale è quella di individuare nella popolazione femminile il rischio di sviluppare un cancro del collo uterino. Il Pap Test, inoltre, permette il riconoscimento di infezioni batteriche, virali o micotiche. Per l'esecuzione del Pap Test viene prelevata una piccola quantità di tessuto dal collo dell'utero. Nel Pap Test tradizionale le cellule prelevate vengono strisciate su un vetrino per l'esame microscopico. Attualmente il Pap Test può essere eseguito in fase liquida (THIN PREP) dove in laboratorio una macchina provvede ad allestire un preparato a "strato sottile" e ciò consente, rispetto al metodo tradizionale, di avere i seguenti vantaggi: ottimizzazione del campione, processazione automatica del materiale citologico, riduzione fino al 93% dei prelievi giudicati non soddisfacenti o limitati da tracce di sangue/muco, migliore sensibilità diagnostica e significativa riduzione dei casi di diagnosi incerta, individuazione delle lesioni di basso o di alto grado, individuazione delle lesioni ghiandolari. 

HPV Test

Grazie all'utilizzo di tecniche di biologia molecolare, sullo stesso campione citologico utilizzato per il THIN PREP, si esegue un test di screening per evidenziare la positività o la negatività all'HPV (Papillomavirus). Sui campioni risultati positivi verrà poi eseguita un'analisi di genotipizzazione per discriminare i ceppi virali di HPV ad alto rischio da quelli a basso rischio. E' quindi possibile identificare l'infezione con largo anticipo, prima che questa provochi alterazioni o danni cellulari. 

Tampone Vaginale - Tampone Cervicale

Il Tampone vaginale è un esame diagnostico finalizzato alla ricerca di microrganismi responsabili di infezioni della vagina (tampone vaginale) o della cervice uterina (tampone cervicale). L'esame si avvale di un semplice e sottile bastoncino cotonato da inserire in vagina allo scopo di prelevare cellule in sfaldamento e secrezioni. Con la donna straiata sull'apposito lettino a gambe divaricate, e con l'ausilio di una sorgente luminosa, il tampone viene delicatamente inserito in profondità e viene quindi girato delicatamente per qualche secondo, in modo da entrare a contatto con le pareti della vagina ed assorbirne le "secrezioni". Le successive analisi di laboratorio permettono di identificare l'eventuale presenza del patogeno ricercato e valutare il trattamento più idoneo a debellarlo. Nel caso si richieda un tampone cervicale (ad esempio per la diagnosi di Mycoplasma e Chlamydia) si penetra con il tampone nell'orifizio uterino esterno per prelevare le secrezioni in quella sede. Per non inficiare l'esito dell'esame è necessario: astenersi dai rapporti sessuali nelle 24 ore che lo precedono, non aver assunto terapia antibiotica o antimicotica nella settimana antecedentee non aver effettuato irrigazioni vaginali/terapie locali nelle 24 ore precedenti l'esame. Il prelievo dev'essere eseguito in assenza di ciclo mestruale. 

Vabra

E' un esame bioptico del tessuto endometriale (la mucosa che ricopre la cavità interna dell'utero). La sua esecuzione è consigliata, soprattutto, in presenza di sanguinamento anomalo dell'utero in età perimenopausale o menopausale. Altra indicazione è il riscontro durante un esame ecografico di anomalie dell'endometrio, che possano fare sospettare una patologia quale: un'ipertrofia, un polipo endometriale, una patologia maligna. In ecografia l'indicazione ad eseguire il VABRA viene data da uno spessore dell'endometrio superioreai 4mm in pazienti in menopausa. Si esegue mediante una cannula che viene inserita nella cavità dell'utero attraverso il collo e si aspira il contenuto dalla cavità stessa. Tale aspirato verrà poi inviato al laboratorio di anatomia patologica, per lo studio istologico del tessuto, che fornirà la diagnosi. L'esame viene eseguito ambulatorialmente (non richiede ricovero), è veloce e semplice, poco invasivo se eseguito correttamente. Unica controindicazione all'esecuzione dell'esame è il sospetto di una gravidanza in atto.

MEDICI

Dott.ssa Maria Grazia
Torelli
Vedi Scheda
Dott.ssa Patrizia
Dall'Ara
Vedi Scheda
Dott.ssa Luisella
Dessanti
Vedi Scheda
Dott.ssa Graziella
Lopopolo
Vedi Scheda
Dott.ssa Alessandra
Banfi
Vedi Scheda
Dott.ssa Elena
Ronzoni
Vedi Scheda
Dott. Franco
Sacchetti
Vedi Scheda
Dott. Martino
Abrate
Vedi Scheda