Test di preparazione del liquido seminale

Consente di separare gli spermatozoi dal plasma seminale e di selezionare gli spermatozoi con motilità e morfologia migliore grazie alla loro capacità di migrare in un apposito terreno di coltura. Si esegue sia come test diagnostico, sia per recuperare gli spermatozoi più idonei per l’inseminazione o per tecniche di fecondazione assistita.

Nuova Tecnica di selezione spermatica

Negli ultimi anni numerosi studi hanno evidenziato che un’elevata frammentazione del DNA nella testa dello spermatozoo può essere responsabile di mancate fertilizzazioni e mancati impianti dell’embrione perché può influenzare negativamente le suddivisioni embrionarie fino a produrre un arresto allo stadio di blastocisti o aborti precoci. Numerose possono essere le cause che determinano tale anomalia e tra queste le più importanti sono rappresentate dallo stress ossidativo, varicocele, processi infiammatori, esposizione ad alte temperature, fumo e droghe ed agenti inquinanti.

Con un semplice esame del liquido seminale (spermiogramma) viene eseguita un’analisi della concentrazione, della morfologia e della motilità degli spermatozoi ma non è possibile evidenziare, se presente, il grado di frammentazione del DNA spermatico.

Per evidenziare rotture o lesioni del materiale genetico dello spermatozoo si esegue necessariamente un esame definito TEST di frammentazione del DNA spermatico che fornisce la percentuale di cellule danneggiate. In questi casi bisognerebbe rimuovere selettivamente, dalle preparazioni del liquido seminale, gli spermatozoi danneggiati nonostante presentino forma o mobilità in apparenza normali. Un metodo innovativo e molto efficiente per selezionare gli spermatozoi ed aumentare il tasso di gravidanza è il MACS Annessina V (Magnetic-Activated Cell Sorting) che seleziona con nanoparticelle magnetiche gli spermatozoi vivi con DNA integro da quelli potenzialmente apoptotici.

Alla base del funzionamento di questa tecnica vi è una proteina che si chiama Annessina V. Il seme viene inizialmente trattato per marcarlo magneticamente, successivamente viene fatto scorrere attraverso una colonnina dove è presente l’annessina unita ad una particella magnetica. Questo complesso (Annessina V-Particella magnetica) ha la capacità di riconoscere ed unirsi agli spermatozoi frammentati e degenerati, consentendo di separarli dagli spermatozoi sani che possono essere quindi selezionati e utilizzati per le tecniche di PMA.

La tecnica è indicata in casi in cui:

-Soggetti con varicocele, in età avanzata, con abitudini all’alcol, tabacco, sottoposti a trattamenti di chemio e radio terapia,

-Alterazioni severe del liquido seminale,

- Test di frammentazione del DNA superiore al 30%,

-Sterilità idiopatica,

-Aborti ripetuti,

-con ovociti di buona qualità, si sono ottenuti bassi tassi di fertilizzazioni,

-fertilizzazioni anomale o fallimenti riproduttivi  in coppie con spermiogramma normale.

MEDICI

Dott.ssa Milva
Cantarelli
Vedi Scheda
Dott.ssa Maura
Di Domenico
Vedi Scheda